Home | SorridiMi | i nostri clown | coccinella
i nostri clown
Coccinella
"C'è festa oggi in hospice, molta gente gira per i corridoi, come sempre veniamo accolti con molto affetto.
"C'è festa oggi in hospice, molta gente gira per i corridoi, come sempre veniamo accolti con molto affetto.Mentre ci cambiamo si chiacchiera, Tripè dice una frase che mi accompagnerà per tutto il servizio: non siamo qua per fare i protagonisti, il servizio va bene se solo si riesce nel nostro intento e cioè far compagnia ai degenti.
E' stato un servizio delicato, dolce, un servizio in punta di piedi, un servizio dove protagonisti erano gli occhi di R. che ti guardano e ti si inchiodano dentro, ti guardano con i lucciconi mentre a fatica esce un filo di voce per cantare. I lucciconi vengono anche a me perchè mi spiazza la sua determinazione nel voler esserci malgrado il corpo non la segua più molto.R. è la dolcezza fatta persona, due occhi puliti e un sorriso delicato che non puoi far scivolare via quando esci dalla stanza.
Protagoniste erano le gambe di G. che, mentre cantiamo, si muovono come se camminasse, e alla domanda se da giovane andasse a ballare ci risponde che prendeva un treno pieno di gente e un gatto. G. ci fa vedere la sua gamba livida e lo fa tirando via le coperte e mostrando un pannolone che a lui evidentemente non imbarazza perchè più forte è la voglia di far vedere che se non fosse per i lividi sarebbe in piedi, anche se così non è.
Protagonista era l'accoglienza di Ric. , che dall'ultimo servizio sembra invecchiato di 100 anni.
Protagonista erano marito e moglie che quando lui dice che risposerebbe sua moglie, se tornasse indietro, lei felice lo bacia come se avesse ricevuto il più bello dei diamanti".
Grazie...
  • Condividi

Privacy Policy